Categorie WordPress: dalla creazione alla gestione, la guida completa

In questo articolo vediamo come creare e gestire le categorie in WordPress.

La categoria è una delle tassonomie predefinite in WordPress. È usata per ordinare e raggruppare il contenuto in diverse sezioni.

Come scritto sul sito ufficiali di WordPress:

"La tassonomia 'category' permette di raggruppare i post ordinandoli in varie categorie. Queste categorie possono essere visualizzate sul sito usando il tipo di URL '/category/name'. Di solito le categorie sono predefinite e di ampia portata."

L'utilizzo di categorie aiuta, quindi, ad organizzare i contenuti, a migliora l'esperienza di ricerca del visitatore e il posizionamento nei motori di ricerca.

Utilizzare le categorie WordPress

Prima di vedere step by step come gestire le categorie assicurati di aver configurato correttamente i permalink come spiegato in Come configurare le impostazioni permalink di WordPress.

è importante, inoltre, pianificare le categorie in modo che:

  • i tuoi contenuti siano organizzati
  •  siano facilmente fruibili ai visitatori
  • aiutino i motori di ricerca nell'indicizzazione.

Pensa attentamente agli argomenti trattati dal tuo blog e a come i lettori si aspettino di trovarli organizzati. Puoi aggiungere nuove categorie in seguito, ma sarebbe difficile riorganizzare la struttura del tuo sito web modificando le categorie esistenti, avresti inoltre un problema con gli URL già indicizzati. 

WordPress permette di creare categorie e sottocategorie, un buon approccio potrebbe essere quello di usare la categoria principale per l'argomento master e le sottocategorie per gli argomenti correlati. Fai attenzione a non usare troppe categorie, non c'è un numero massimo consigliato, usa il buon senso, se vedi, per esempio, che ti serve una nuova categoria per ogni articolo sicuramente c'è qualcosa che non va.

Cerca di associare una sola categoria ad articolo, se proprio un articolo ne deve averne più di una non andare mai oltre le tre. Inoltre non creare categorie su argomenti che, sai già, non avranno molti articoli, utilizza i tags per collegarli tra di loro,

Creazione e gestione delle categorie WordPress

Passiamo ora alla creazione e gestione delle categorie WordPress. Come già detto in Differenza tra Articoli e Pagine su WordPress, è possibile categorizzare unicamente gli articoli, per cui la voce di menu per la creazione di una nuova categoria è sotto la voce Articoli nel pannello di amministrazione di WordPress.

Prima di proseguire è bene dire che un articolo WordPress deve avere associata, obbligatoriamente, almeno una categoria. Questo vuole dire che almeno una deve essere sempre presente.
WordPress gestisce questo vincolo creando automaticamente la categoria Uncategorized (Senza Categoria in italiano). Questa categoria non è cancellabile ma è modificabile, puoi quindi cambiarle il nome ed utilizzarla come una qualsiasi altra categoria. 

L'immagine di seguito riporta la pagina di gestione e inserimento delle categorie. Sulla tua destra c'è l lista delle categorie create, come vedi la prima non ha il check alla sua sinistra, questo indica che quella è la categoria di default di WordPress e non può essere cancellata.

Passiamo ora alla parte pratica e vediamo come inserire e gestire le categorie già create.

Inserimento

Puoi inserire una nuova categoria andando a compilare il modulo che vedi alla sinistra della pagina.

I dati da inserire sono:

  • Nome della categoria. Inserisci un nome breve, preferibilmente uno che utilizza la tua parola chiave principale (ad es. Se hai un blog correlato alla "Cucina", potresti avere categorie come "Ricette per vegani", "Ricette con il riso", ecc ...). 
  • Slug della categoria. "Slug" sono le parole che vengono visualizzate nell'URL dei post pubblicati con quella specifica categoria. Lo slug può essere diverso dal nome della categoria. Se non inserisci nulla WordPress creerà automaticamente uno slug prendendo il nome della categoria e sostituendo agli spazi un trattino.
  • Categoria Genitore. Permette di associare la categoria che stai creando ad una già esistente. Questo rende la categoria appena creata una sottocategoria.
  • check
    Descrizione. Aggiungi qui una breve descrizione della categoria. Alcuni temi WordPress visualizzano questa descrizione che può aiutare con l'ottimizzazione dei motori di ricerca. In ogni caso WordPress usa la descrizione della categoria nella meta-description della pagina dedicata alla categoria. La pagina della categoria mostra la lista di tutti gli articoli che hanno questa categoria associata.

Per inserire clicca sul pulsante Aggiungi una Nuova Categoria, ripeti il processo per inserire altre categorie.

Gestione

Le categorie inserite le trovi sulla destra della pagina, come vedi nella figura in basso, da questa lista puoi modificare e cancellare la categoria e visualizzare la pagina con gli articoli collegati. Vediamo più nel dettaglio ogni azione che puoi fare.

Parto dall'ultima colonna, Conteggio, qui hai il numero di articoli a cui hai associato la categoria. Il numero è cliccabile e ti porta alla pagina lista articoli già filtrata per categoria.

Modifica. Ti permette di modificare tutti i dati della categoria, il click ti fa accedere alla pagina di dettaglio.

La modifica rapida ti permette di cambiare velocemente il nome e lo slug della categoria senza accedere al dettaglio.

Cancella. Da qui puoi cancellare la categoria. Al click appare il messaggio che vedi nell'immagine sotto. Se cancelli una categoria, tutti i post che hanno associata solo questa che stai cancellando, avranno in automatico associata la categoria di default.

Puoi cancellare anche più categorie insieme. Spunta in corrispondenza delle categorie che vuoi eliminare, vai in alto, o in basso, alla lista, sul campo Azioni di Gruppo e scegli Elimina. Clicca sul pulsante Applica e verranno cancellate tutte le categorie che hai selezionato

ATTENZIONE: La modifica dello slug o la cancellazione di una categoria modifica gli URL di tutti i post assegnati a quella categoria. Questo può portare a errori di " 404 pagina non trovata" quando i visitatori fanno clic su collegamenti che puntano a questi post già indicizzati dai motori di ricerca. Per questo motivo all'inizio dell'articolo ti consiglio di pianificare attentamente le categorie.

Associare le categorie agli articoli

Vediamo ora come associare le categorie agli articoli.

WordPress ci mette a disposizione un'interfaccia molto semplice, dalla quale non solo possiamo fare l'associazione ma creare velocemente nuove categorie e sottocategorie.

Accedi dal pannello di amministrazione alla pagina per la creazione di un nuovo articolo, sulla tua destra c'è la sezione per associare le categorie.

Come vedi puoi associare più di una categoria, basta mettere la spunta su quella che vuoi. Puoi anche crearne una nuova, cliccando sul link + Aggiungi una nuova categoria appare un modulo inserimento con due campi che corrispondono al Nome e alla Categoria Genitore. Una volta compilato clicca sul pulsante Aggiungi una Nuova categoria, e vedrai apparire la categoria appena inserita nella lista, già selezionata. In questo caso lo Slug è uguale al nome della categoria ma con i trattini al posto degli spazi.

Categorie e Widget

Puoi visualizzare la lista delle categorie sulla sidebar o nel footer tramite widget. Nell'installazione di base di WordPress c'è il widget categorie, per accedervi vai su
Aspetto->Widget cliccaci sopra e trascinalo in una sidebar.

L'aspetto con cui vengono visualizzate le categorie dipende molto dal tema che stai usando. Il widget mostrerà sulla barra laterale la lista delle categorie che hanno almeno un articolo associato; dalle opzioni che vedi nell'immagine puoi scegliere se far vedere la lista estesa o da menu a discesa, e se far vedere la gerarchia o meno tra le categorie. 

Lista per estesto

Menu a discesa

Nelle immagini ho messo la spunta sulle opzioni, Mostra Conteggio Articoli e Visualizza la Gerarchia e ovviamente nella seconda è selezionata Visualizza come menu a discesa e nella prima no.

Categorie e Menu

Un'altra importante gestione delle categorie WordPress è quella di poter essere inserite come voci di menu.

  • Vai su Aspetto->Menu
  • Seleziona il menu che ti interessa (se non sai come gestire i menu di WordPress leggi Creare menu di navigazione su WordPress)
  • Dalla lista che trovi alla tua sinistra vai su categorie​
  • Seleziona quelle che vuoi mettere nel menu e
  • Clicca su Aggiungi a Menu.

Quando hai finito non dimenticare di cliccare su Salva Menu. 

Ad un visitatore che clicca sulla voce di menu creata da una categorie viene mostrata una pagina che elenca tutti gli articoli che hanno associata la categoria cliccata.

Categorie e SEO Yoast

In questa sezione vediamo come gestire le categorie con SEO Yoast per ottimizzare il sito per i motori di ricerca. 

SEO Yoast è il plugin che utilizziamo per gestire alcuni aspetti SEO dei nostri siti. Se non l'hai ancora fatto e non usi plugin per il SEO installalo dal repository dei plugin di WordPress.

L'installazioni aggiunge alcune interessanti funzionalità alle pagine che abbiamo visto fino ad ora. Per esempio se un articolo lo associ a più categorie potrai scegliere quale rendere primaria. Attenzione che la scelta ha effetto sull'URL dell'articolo e quindi anche sull'indicizzazione sui motori di ricerca.

Da Yoast vai su  Search Appearance e sul tab Tassonomie, qui puoi decidere se e come far visualizzare le pagine delle categorie dai motori di ricerca.

Lasciando le opzioni sul Si e Visualizza hai la possibilità di gestire in modo generico il titolo e le meta descrizioni delle pagine delle categorie ma anche di gestire in modo capillare queste stesse informazioni. Sul dettaglio di ogni categoria trovi, infatti, un modulo che prima non avevi. Se accedi al dettaglio di una qualsiasi categoria già inserita vedrai che in basso alla pagina avrai questo modulo, dove puoi gestire il titolo, lo Slug e la meta descrizione che si vedranno come risultati dei motori di ricerca. 

Conclusione

Spero che questo tutorial sulle categorie WordPress ti abbia dato una migliore comprensione del ruolo e dell'importanza di configurarle e gestirle correttamente. Con un attento uso delle categorie  avrai 

  • Il tuo sito organizzato,
  • Sarà più facile da gestire​
  • Renderai più facile per i visitatori trovare esattamente quello che stanno cercando
  • Renderai i tuoi contenuti più facilmente indicizzabili dai motori di ricerca.

Come sempre per dubbi, domande o considerazioni scrivici nei commenti.

Seguici sulla nostra pagina Facebook ed iscriviti al gruppo di supporto.

Potrebbe interessarti anche Configurare WordPress: Gestire al meglio Strumenti e Impostazioni dove troverai come convertire Tags in Categorie e viceversa.

Roberto Delisio

    Roberto Delisio

    Sono più di 15 anni che lavoro alla realizzazioni di applicativi e siti web. Metto la mia esperienza a disposizione di chi ha necessità di sviluppare o gestire il proprio sito in Wordpress.

    categorie-wordpress-dalla-creazione-alla-gestione-la-guida-completa
    >

    Non perdere la nostra guida su come correggere gli errori più comuni!