24/10/2021

WordPress è ad oggi il Content Management System più utilizzato al mondo: si tratta infatti di uno dei CMS più flessibili, facili da usare e meno esigenti in circolazione. Nonostante ciò, esiste una domanda a cui prestare particolare attenzione nel momento in cui si decide di creare un sito web con WordPress: quale provider di web hosting scegliere per il tuo sito WordPress? 

In questo articolo, vedremo quali caratteristiche dovrebbe avere un hosting per un sito WordPress e come scegliere quello più adatto alle proprie esigenze.

Hosting WordPress: di cosa si tratta

Prima di tutto, è necessario chiarire di cosa stiamo parlando. Un servizio di web hosting è, semplificando, un servizio che permette di archiviare dei file sullo spazio di un server web e renderli accessibili attraverso Internet. Nel caso di un sito WordPress, tutti i relativi file (immagini, plugin, etc.) possono essere caricati sullo spazio disponibile del server web di riferimento. La scelta dell’hosting è molto importante nel processo di creazione di un sito web, dal momento in cui rappresenta di fatto la struttura di base su cui costruire l’intero sito. È fondamentale quindi avere ben chiaro quali sono le proprie esigenze di personalizzazione per lo spazio di lavoro che si andrà ad utilizzare.

Quali caratteristiche deve avere l’hosting di un sito WordPress

L’hosting per un sito WordPress dovrebbe avere una serie di caratteristiche specifiche in grado di renderlo idoneo a supportare un sito di questo tipo. Alcuni provider forniscono dei pacchetti appositamente pensati per siti WordPress, altri invece servizi più generici che, se in grado di rispondere a una serie di criteri, possono comunque adattarsi facilmente a un sito creato con questo CMS. 

Ecco quindi le 7 caratteristiche fondamentali che un hosting dovrebbe avere per supportare efficientemente un sito WordPress:

  1. Sistema operativo Linux: nonostante un hosting possa essere installato anche su Windows, la scelta di Linux è preferibile grazie alla compatibilità tra CMS e server. WordPress nasce infatti per essere utilizzato al meglio con un sistema operativo basato su Linux, e la scelta di un hosting basato su un altro sistema operativo potrebbe comportare alcune difficoltà nel setup, soprattutto per gli utilizzatori meno esperti;
  2. Supporto del linguaggio PHP: anche nel caso in cui il provider sia basato su sistemi diversi da Linux, è fondamentale che esso utilizzi un server Web Apache e garantisca quindi il supporto del linguaggio PHP, su cui WordPress funziona. È importante inoltre utilizzare sempre l’ultima versione di PHP, per garantire le migliori prestazioni possibili del sito WordPress;
  3. Database MySQL: l’hosting scelto per un sito WordPress deve utilizzare un database MySQL, o dovrebbe in ogni caso presentare la possibilità aggiungerlo. Questo permette infatti di memorizzare le informazioni e garantire il corretto funzionamento del sito WordPress;
  4. Spazio e traffico web: la scelta dell’hosting in base allo spazio web, e quindi al traffico consentito, è particolarmente personale. Se il sito da creare sarà un blog, lo spazio richiesto sarà minore, se invece si tratterà di un sito aziendale o, in particolare, di un e-commerce, sarà necessario scegliere un hosting che garantisca maggiore spazio e supporti quindi maggiore traffico web. I provider offrono normalmente diversi pacchetti con diverso spazio web a seconda delle proprie necessità;
  5. Backup giornaliero: la possibilità di usufruire quotidianamente di un salvataggio del lavoro è molto importante nella valutazione di un servizio di hosting. La maggior parte dei provider oggi offre infatti un servizio di backup strutturato, fondamentale per ogni blog, sito aziendale o e-commerce, in grado di ripristinare facilmente e velocemente una copia del sito web in caso di malfunzionamenti o errori. Questo è particolarmente importante per chi è alle prime armi e vuole evitare che un piccolo errore possa distruggere il lavoro di giorni, settimane o mesi;
  6. Comunicazione chiara e completa: meglio diffidare di provider che offrono servizi eccessivamente economici o offerte e promesse poco plausibili, spesso si tratta di strategie commerciali che non saranno in grado di corrispondere alla realtà. Meglio affidarsi ad aziende che comunicano chiaramente e precisamente fin da subito quali servizi offrono e a quale prezzo, anche a costo di pagare una cifra superiore.
  7. Servizio di assistenza affidabile: quando si sta per creare un sito web con WordPress, è importante poter contare su un’assistenza costante ed efficiente da parte del provider di hosting. In questo modo, in caso di problemi sarà possibile evitare di perdere ore di tempo nel tentativo di risolverli mentre il sito resta non funzionante: è necessario quindi sempre verificare se il servizio di hosting offre un’assistenza e, se sì, di quale tipo (telefono, chat, video, etc.).

Conclusioni

WordPress è, e resterà ancora a lungo, uno dei migliori CMS sul mercato. Nonostante la sua alta flessibilità, è importante non sottovalutare alcune scelte importanti per il perfetto funzionamento di un sito WordPress, prima tra tutte quella relativa alla scelta dell’hosting web. Seguendo i consigli di questo articolo, sarà facile individuare un provider di hosting che possa garantire tale efficienza.

Se ancora non l'hai fatto seguici sulla nostra pagina Facebook ed iscriviti al gruppo di supporto e al canale YouTube.

Articoli Correlati

Ottobre 11, 2020

Marzo 12, 2020

Marzo 9, 2020

Sull'autore

Roberto Delisio

Sono più di 15 anni che lavoro alla realizzazioni di applicativi e siti web. Metto la mia esperienza a disposizione di chi ha necessità di sviluppare o gestire il proprio sito in Wordpress.

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}
>

Scarica l'ebook per evitare e risolvere i 10 errori più comuni su WordPress

0 Condivisioni
Share
Tweet
Share
Pin
WhatsApp